Biography 2017-04-06T10:45:53+00:00

Biografia breve:

Kim Petersen Tortorici, nato a Roma l’8 maggio del 1971 e di nazionalità italo-danese cresce nella musica e nello spettacolo grazie al padre Achille Tortorici (pianista compositore), da piccolissimo studia il pianoforte, poi inizia ad interessarsi alla batteria con batteristi amici di famiglia, parallelamente studia percussioni sinfoniche per poi all’età di 15 anni dedicarsi completamente allo studio della batteria con Roberto Gatto, Agostino Marangolo e Walter Martino per diversi anni. Dai primi anni 90 ad oggi ha collaborato e suonato con molti musicisti ed artisti come Alex Britti, Sergio Cammariere, Mimmo LocasciulliZappy, Lino Rufo, Matthew Marstone, Echoes Of Sound e con un gran numero di musicisti e band musicali in ambito Fusion, Jazz, Blues, Rock, Pop, Funky, Soul, R&B, etc.. Dal 1995 porta avanti l’attività didattica sia nelle scuole di musica che privatamente. Grazie a queste collaborazioni nel 2002 riceve l’endorsment della nota marca di piatti per batteria UFIP
 
 

Biografia completa:

con Steve Gadd

Cresciuto nella musica e tra gli strumenti musicali, all’età di 15 anni inizia lo studio della batteria con il batterista amico di famiglia Ciro Cocozza per poi entrare all’ Arts Academy dove studia percussioni sinfoniche (timpani, tamburo, xilofono, etc.). Parallelamente entra alla Uno Academy e continua lo studio della batteria con i batteristi Agostino Marangolo, Roberto Gatto e

con Billy Cobham

Walter Martino per tre anni per poi continuare solo con Walter Martino privatamente per altri tre anni approfondendo gli studi di lettura, d’improvvisazione, gli stili e la pratica di registrazione in studio. Nel corso di questi sei anni ha partecipato a numerose clinics con illustri nomi del panorama musicale internazionale come Steve Gadd, Billy Cobham, Symon Phillips, Omar Hakim, Carmine Appice, etc..

A 20 anni suona per la prima volta allo storico Big Mama di Roma con i Tune‘o’matic. Da lì a poco comincia a suonare in altri prestigiosi club della capitale come Alpheus, Prometeo, Caffè Latino, Caruso, Horus, Classico, Fonclea, etc..) Nel frattempo inizia a suonare per realizzazioni discografiche del padre, (soundtracks e sonorizzazioni per la Fonit Cetra, Rai e Mediaset).

All’età di 21 anni suona a Copenaghen in Danimarca con Soren Berger (artista Funky-Soul) per una stagione estiva, tornato a Roma suona in svariati locali della capitale con diverse band come i Trixx (rock band di cover e brani originali), la cantante Loredana Maiuri (cantante di svariati programmi Rai e Mediaset), etc.

 

Nel 1993 entra al Talent Scout di Roma con la Talent Scout Band appena reduce dalla trasmissione televisiva “Domenica In” con Pippo Baudo e con i quali suona per due anni mischiando stili e generi più diversi tra loro sotto la regia di Nicoletta Costantino e accompagnando in performance fuori programma ospiti come Mike Francis, Gianni Mazza, Giorgio Faletti, Nino Frassica, Dario Bandiera, Wilma Goich, Dino, Tom Sinatra, Tony Santagata, Fabrizio De Angelis e molti altri… Con questa band suona anche in contesti al di fuori dal Talent Scout come stagioni estive in costa smeralda, per “convention” o “private party” in location come Villa Miani. La collaborazione con Nicoletta Costantino continuò negli anni e verso la fine degli anni 90 fu portato dalla stessa a suonare con Renzo Arbore e la sua orchestra per una serata privata da lui organizzata.

Successivamente entra nel circuito de Il Locale (noto Club Romano frequentato da molti Artisti e Musicisti) ed entra nella band dell’artista Americano Matthew Marston suonando nei suoi concerti (brani originali Funky-Blues) in giro per club e teatri della capitale. Contemporaneamente suona con altre band come i Jazziz (cover band Acid-Jazz) con Cris Child e Susanna Vianello. Sempre a Il Locale suona in diverse Jam Session con artisti ed amici abituali quali Daniele Silvestri, Tiro Mancino, Max Gazzè, Rocco Papaleo, etc.  

Nel corso di queste collaborazioni riceve la proposta da Alex Britti  di collaborare con lui e Sergio Cammariere negli U.S.D. (brani originali di entrambi e cover)  suonando in locali della capitale come Horus club, Jive, Classico, Caffè Latino, Akab, etc.. Con questi suonerà anche per la promozione del disco “Uomini senza donne” (colonna sonora dell’omonimo 

film) con la partecipazione dal vivo di Alessandro Gassman e Gianmarco Tognazzi (protagonisti del film). Nello stesso periodo suona anche con Dado (cabarettista di Zelig) nei locali, per un music-hall al Teatro Manzoni di Roma e per una stagione estiva a Tropea.

Verso la fine degli anni 90 collabora a diversi progetti discografici, tra questi incide per  Lino Rufo (cantautore Blues) con il quale suona in tutta Italia per la promozione del CD “All’improvviso…” e in studio per la realizzazione del nuovo CD “Fuggo” con i musicisti  Fabiano Lelli, Luca Pirozzi, Fabiola Torresi, Gianni Aquilino. Registra il CD “Saloon Bryan” di Bruno Giancola (Country-Blues) collaborando con Lino Rufo e Federico Troiani.

Sempre verso la fine degli anni 90 collabora con molti musicisti come il pianista Liano Concolino (pianista in diversi programmi televisivi Rai e Mediaset) per una stagione estiva, Jean Marie Ferri (Pop-Rock), Max Pasquarelli e Desiree Petrocchi con i Soul System (Soul-Pop-Dance), Standby (Pop-Dance), Super Market (Pop-Dance). In questo periodo passa la selezione per un progetto originale di Giampiero Arteggiani (produttore e compositore di brani come “Perdere l’amore” e “A casa di Luca”). 

 

Con il nuovo millennio aumentano le collaborazioni e le esperienze che lo portano ad ottenere diverse collaborazioni discografiche come Roberto Zappalorto in arte Zappy (compositore di brani per Zarfati, Ambra e svariate giovani proposte del Festival di Sanremo), incide l’album di Yvan Paradisi (vincitore del programma per voci nuove “ La Canzone del Secolo ” con Pippo Baudo). Nasce la collaborazione con la  Ryo band di  Mario Liti con i musicisti Davire Aru, Andrea Rosatelli, Giorgio Amendolara e successivamente Fabio Dolci in locali, 

discoteche e piazze di tutta Italia.  Suona anche in un progetto musicale con il chitarrista Nicola Di Staso ed il bassista Dino Kappa. Successivamente suona spesso con il padre accompagnando cantanti come l’Americano Harold Bradley. Suona con la cantante Stefania Atzori per diversi concerti tra cui  il Festival del Cinema di Taormina e il Winspeare Monk Jazz di Ponza. Contemporaneamente lavora per la realizzazione di un CD strumentale di Achille Tortorici (cover Rock&Roll e brani originali).

Sempre nei primi anni 2000 collabora con molte band e molti musicisti come i Rock Soul & The Blues, con Gianluca D’Alessio, Marco Di Pietrantonio, Patrizio Sacco e Stefania Atzori. Con l’attore cantante Jonis de “Il Medico in famiglia” con Vittorio Iuè e Moreno Viglione. Collabora al progetto discografico Echoes Of Sound di Mario Liti per la promozione del brano  “Need Somebody Who Needs Me” inserito nello Spot della Tissot , disco d’oro in Grecia, primo nelle classifiche Club Francesi, primo nelle radio di “SanAntonio” in Texas e presente nelle classifiche in Spagna, del nord Europa come Germania, Belgio, Olanda etc.. e che prenderà il nome di Ekoes.

 

Dal 2002 al 2007 collabora con Mimmo Locasciulli per i suoi tour e in studio con la Hobo Records per diverse produzioni e per la realizzazione dell’album di Guido Elle “La migliore combinazione”. In questo periodo riceve l’endorsment della nota marca di piatti per batteria UFIP.
Successivamente suona anche con diverse tribute band come gli Exciter’s (tribute band dei Depeche Mode), Appocundria (tribute band di Pino Daniele), Eighties (cover anni 80). Successivamente registra due singoli per Ekoes ” Not of this world ” e ” No one else “.  Incide l’album di Guido Elle “La migliore combinazione” collaborando anche alla promozione insieme con Silvio Muccino (regista del video) in un piccolo tour nei club.

Dal 2005 ad oggi le collaborazioni sono molte e nei generi musicali più vari e diversi, tra questi Kim (ex voce dei Cugini di Campagna) per la promozione del suo nuovo album, con Odonovo per la promozione del loro primo album, Trilogy (trio cover Pop-Funky), “l’orchestra del CONI” per le semifinali e finali delle gare mondiali di Ballo agonistico, la cantante Piera Pizzi, il blues man Marc Hanna, Ryo Band, Exciter’s, Eighties, Expirience, Harold BradleyMimmo Locasciulli, Guido Elle, Riccardo Mastantuono, Alberto ClementeAchille Tortorici.

Nel 2016 inizia l’avventura con Suoni Alterni, un progetto musicale da lui ideato e prodotto. Sonorità e stili diversi che si incontrano e si fondono tra diversi generi musicali, interpretando in questa formula i classici della musica internazionale. Un team di musicisti ed artisti con diverse formazioni musicali. www.suonialterni.it

 

X